Come affilare un coltello con la pietra affilatrice

Sostieni il progetto. Condividi!

Su coltellimania.com sappiamo che avere un coltello con una lama che non taglia è come avere delle posate e non avere il cibo!

Non te ne fai nulla!

I coltelli di oggi realizzati con acciai inossidabili di alta gamma e sono tipicamente affilati per un uso generale e molti rimarranno affilati per anni ma questo dipende da come e quanto usi il coltello.

Ma indipendentemente da questo a un certo punto ogni coltello avrà bisogno di essere affilato se si vuole che rimanga efficace.

In questo articolo provo a spiegarti come affilare il tuo coltello.

Ti dico che per me all’inizio riuscire ad affilare il coltello non è stato facile, non riuscivo mai ad ottenere una affilatura come volevo io al punto che la mia fidanzata mi prendeva in giro ma era solo questione di esercizio e di pratica che ho fatto affilando i coltelli buttati nei cassetti degli amici e vicini di casa.

Oggi, l’affilatura dei coltelli può assumere molte forme e metodologie differenti e possono essere fatte con diversi strumenti.

Ci sono molte guide e video che spiegano i diversi modi di affilatura e molti  prodotti sul mercato, dai gadget economici da 5 euro che rovinano i coltelli alle macchine all’avanguardia che ti faranno evitare di buttare il coltello.

Io personalmente utilizzo la levigatrice a nastro che uso per costruire i coltelli con il nastro adeguato o le pietre ma ti assicuro che le ho provate tutte, uso anche il sistema di affilatura Lansky.

Naturalmente, non esiste un approccio giusto o sbagliato per affilare il coltello e alla fine si riduce a quello che ti permette di ottenere il coltello affilato secondo dei test che ne verificano la capacità di taglio.

Inoltre considera che alcuni particolari tipologie di coltello richiedono metodi di affilatura specifici e quindi alcune metodi di affilatura non si adattano sempre ad ogni diverso tipo di coltello.

I coltelli sono strumenti unici che in molti casi richiedono un approccio unico alla cura e alla manutenzione.

Questo metodo manuale con pietra non richiede alcuna forma di esperienza particolare nella gestione avanzata del coltello, ma ti serve pazienza e un pò di pratica.

Cosa ti serve per affilare il tuo coltello

Essenzialmente ti serve una pietra per affilare e del lubrificante.

La pietra affilatrice è uno dei metodi usati per dare alla tua lama una buona affilatura.

Sul mercato esiste un incredibile scelta di pietre per affilatura diverse sia come dimensioni, come grana, come qualità, ma la maggior parte di esse ha due lati: una grana ruvida e una sottile.

Ci sono diverse fasce di prezzo per le pietra,da 20 euro a salire.

Il lubrificante lo puoi trovare di diverse marche, ma il concetto di base qui è che aiuterà a limitare la quantità di calore prodotta dal processo di affilatura.

Questo calore che si genera può danneggiare il coltello, quindi è importante tenerlo basso ed è qui che il lubrificante è importante o comunque usare le pietre ad acqua.

Ora puoi ancora affilare senza lubrificante, ma come linea guida è da usare a meno che ti trovi in un bosco sperduto e hai solo la pietra.

Una precisazione, alcune pietre sono vendute con la caratteristica che non richiedono alcun lubrificante quindi assicuratevi di leggere le istruzioni prima di usarle.

 

I 5 passi per affilare il coltello

I seguenti passaggi descrivono come affilare il coltello con la pietra step by step.

1 – Lubrica la pietra affilatrice con olio o con acqua.

Applicare uno strato sottile di lubrificante su entrambi i lati della pietra per affilare o immergere la pietra in acqua, dipende dal tipo di pietra.

Questo è semplice, osserva come la pietra assorbe il lubrificante.

2 – Affila un lato della lama usando la grana ruvida della pietra.

Inclinare la lama del coltello dei gradi del tuo coltello contro il lato ruvido della grana.

Verifica bene l’angolo che sia corretto prima di iniziare

Nota che l’angolo raccomandato varia a seconda del tipo di coltello che stai affilando e di quanto lo desideri, ma in generale ad esempio alcuni coltelli da cucina come molti tascabili, ecc. sono spesso  intorno ai 15 gradi,

Più piccolo è l’angolo più tagliente sarà la lama, ma a scapito della più scarsa ritenzione del filo.

Per semplificare il discorso, un angolo maggiore sarà meno tagliente ma durerà più a lungo.

È fondamentale che  mantieni lo stesso angolo mentre stai affilando e questo non è facile, la pratica renderà semplice questo gesto quindi non pretendere di essere subito bravo.

Se non hai pazienza invece di imparare o hai bisogno di aiuto, allora comprati una guida per la affilatura, che è uno strumento economico e maneggevole per mantenere costante l’angolo di affilatura.

Una volta che sei a tuo agio con la tua angolazione, inizia ad accarezzare la lama contro la pietra.

Puoi portarlo il coltello che affili verso di te o lontano da te, dipende dai tuoi gusti e come ti trovi di più a tuo agio.

Non è necessario esercitare molta pressione, un peso moderato-leggero è sufficiente e cerca di mantenere la pressione costante mentre lo passi sulla pietra.

Muovi la lama come se stessi cercando di radere un sottile strato di pietra dal blocco di affilatura.

Ripeti questo processo per circa 10 colpi.

3 – Ripeti dall’altro lato del coltello.

Ora ripeti semplicemente il punto 2 sul lato opposto.

Tecnicamente dovresti continuare ad affilare fino a quando non hai sollevato una bava, che si verifica quando una “smussatura” viene molata fino a quando non incontra un’altra.

La sbavatura è come un materiale sfrangiato che pende dalla parte finale della terra. È un filo sottilissimo e debole, quindi non lo vuoi così, perché si rompe subito e va tolto, quella bava di affilatura non va mai lasciata.

Se insisti ad affilare il bordo fino a vedere una luce intensa, vedrai una linea evidenziata lungo il bordo che non è presente sull’altro lato finchè non lo affili.

4 – Affila alternando i lati

Dopo esserti concentrato su ciascun lato, esegui altri 10 colpi circa, ma questa volta prima da un lato e poi dall’altro, alternandolo.

5 – Ripeti gli steps 2-4 usando la grana fine della pietra.

Una volta che hai finito con la grana ruvida hai semplicemente bisogno di ripetere il processo usando il lato più sottile della pietra affilatrice.

Questo rimuoverà la tua bava creata durante la fase di affilatura con la grana grossa della pietra.

Conclusioni

Goditi la sensazione di usare il tuo coltello appena affilato.

Ogni volta che affili lo stesso coltello, usa lo stesso angolo che hai usato la volta prima o con cui è stato affilato la prima volta.

Generalmente non è consigliabile cambiare l’angolo di affilatura se non rifacendo da zero il filo, cosa che può essere utile se hai delle esigenze diverse.

Usa ripetutamente lo stesso angolo è molto più importante dell’angolo specifico stesso, esempio se è 32 gradi e l’ottimo è 30 gradi non cercare di portarlo a 30 gradi lascialo dove è.

Per testare l’affilatura della lama, prova alcuni dei 5 modi per verificare se una lama è affilata, prova ad esempio a tagliare con cura alcuni fogli di carta e controlla con quanta facilità il taglio del coltello, poi con molta attenzione, puoi provare a raderti i peli delle braccia (fai attenzione a non tagliarti!).

Importante!!

Pulisci sempre la pietra da affilatura dopo aver finito perchè gli eventuali residui di acciaio lasciati sulla pietra da affilatura possono eventualmente portare alla ruggine se non vengono pulite adeguatamente rovinando la pietra.

Hai appena imparato a affilare il tuo coltello!

Andrea


Se ti è piaciuto quello che hai letto e ti è stato utile prima di uscire dalla pagina condividi l’articolo tramite i tasti social che vedi in alto e  commenta. Grazie davvero!

Importante! Ti chiedo ancora un  piccolo sforzo ma per me è utile per il progetto, clicca mi piace sulla pagina facebook e al canale Instagram.


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *