Gli abrasivi tridimensionali 3D

This post is also available in: Inglese Spagnolo Portoghese, Brasile

Sostieni il progetto Coltellimania. Leggi e Condividi!
Protected by Copyscape


I nastri abrasivi tridimensionali (no tessuti) sono costituiti da filamenti di nylon non tessuti, sui quali sono stati incollati dei granuli abrasivi.

Sono presenti sul mercato con vari nomi, registrati dalle casa produttrici:

  • BEAR TEX ,
  • SURFACE CONDITIONING,
  • SCOTCH-BRITE,
  • ecc.

I granuli abrasivi sui nastri abrasivi tridimensionali variano per tipo di materiale usato e per le dimensioni a seconda dell’utilizzo.

I materiali più usati nei nastri abrasivi tridimensionali sono:

  • A/O ossido di alluminio o corindone, usato prevalentemente per la levigatura,sbavatura, smerigliatura e satinatura degli acciai.
  • S/C carburo di silicio, usato per la levigatura di stucchi, vernici, materieplastiche, e per la smerigliatura di metalli non ferrosi.

Le diverse grane, altrimenti difficilmente identificabili, sono generalmente contraddistinte da colori diversi:

  • MARRONE –> Grana Grossa –> Coarse
  • ROSSO –> Grana Media –> Medium
  • BLU –> Grana Fine –> Very Fine
  • GRIGIO –> Grana Finissima –> Ultra Fine

Questi prodotti sono presenti sul mercato in varie forme ma quella che interessa di più per i coltelli sono le versioni a nastri giuntati:

  • Dischi: usati in piano o impaccati per formare mole o rulli
  • Mole convolute: usate come una normale mola abrasiva per piccole sbavature o satinature
  • Fogli: usati a mano o su levigatrici orbitali per levigare o satinare
  • Ral (ruote abrasive lamellari): fabbricate disponendo e incollando radialmente delle lamelle del prodotto, su un anima di cartone o di fibra vulcanizzata, vengono usate su normali smerigliatrici da banco se con foro o su macchine portatili se con perno.

 

  • Nastri giuntati: Per questi utensili viene usato un prodotto rinforzato da un tessuto di supporto che ne impedisce l’allungamento (low stretch) e possono essere montati sulle tradizionali levigatrici a nastro abrasivo, su ruote ad espansione centrifuga o su macchine portatili.

Con questi nastri si riescono ad ottenere delle finiture particolari, come delle satinature molto uniformi e costanti, che non cambiano eccessivamente con l’usura del nastro,

Grazie alla “struttura aperta” del prodotto si riduce notevolmente il riscaldamento, pertanto le bruciature e le deformazioni sui pezzi lavorati, non rimangono i segni di ripresa e grazie all’elasticità anche della struttura anche aumentando la pressione sui pezzi lavorati non lascia segni più profondi .

Anche la rumorosità particolarmente alta con i nastri tradizionali, con questo tipo di nastri è particolarmente contenuta mentre lavori.

I nastri abrasivi tridimensionali li puoi trovare in diverse lunghezze o richiederne di particolari.

Conclusioni

Sono nastri costosi ma credo che se ti piace l’effetto “satinato particolare” puoi provare a utilizzare questi nastri.

Per i coltelli devi usare quelli A/O all’ossido di alluminio o corindone.

Andrea

 


Se ti è piaciuto quello che hai letto e ti è stato utile prima di uscire dalla pagina condividi l’articolo tramite i tasti social che vedi in alto e  commenta. Grazie davvero!

Importante! Ti chiedo ancora un  piccolo sforzo ma per me è utile per il progetto, clicca mi piace sulla pagina facebook e al canale Instagram.


 

Protected by Copyscape

This post is also available in: Inglese Spagnolo Portoghese, Brasile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *